sabato 27 dicembre 2008

IL GIARDINO DELLE FATE


A noi nulla e nessuno comanda
libertà è la nostra filosofia della ragione
non seguiamo la via ora piangiamo,
ora ridiamo viviamo ogni istante della vita
come fosse l'ultimo o l'eternità.
Uniamo gli opposti,
disfiamo le trame,
balliamo e giochiamo da notte a mattina.
Le braccia, le gambe in un ritmo sfrenato,
per noi primavera è sempre vicina.
Festeggiamo ogni istante non fa differenza
buona o cattiva questa è la vita.
I fianchi, la testa, i nostri capelli onde di un mare,
mare fatato.
Sappiamo anche noi cos'è la tristezza l'angoscia,
la morte,
il desiderio, la pazzia;
ma tutto finisce e tutto ritorna ogni pensiero arriva
lontano.
Voliamo incontro alla madre Luna
e al mattino padre Sole sarà la nostra meta.
AUT. Dolcefata

Nessun commento:

Posta un commento

commenti