mercoledì 14 gennaio 2009

Cogli questo piccolo fiore.



Cogli questo piccolo fiore e prendilo.
Non indugiare!
Temo che esso appassisca
e cada nella polvere.
Non so se potrà trovare posto
nella tua ghirlanda,
ma onoralo con la carezza pietosa
della tua mano - e coglilo.
Temo che il giorno finisca
prima del mio risveglio
e passi l'ora dell'offerta.
Anche se il colore è pallido
e tenue è il suo profumo
serviti di questo fiore
finché c'è tempo - e coglilo.

Aut:Rabindranath Tagore.

4 commenti:

  1. Quanto è bella questa poesia di Tagore! Non sfiorisce mai....

    Ciao cara Olimpia:)

    RispondiElimina
  2. ciao Lara, è proprio vero, un'abbraccio Oly.

    RispondiElimina
  3. E' molto tenera questa poesia: ricorda un po' "Cassandre" di Pierre Ronsard..
    Ciao Oly, come va con il braccio?
    Bacione

    RispondiElimina
  4. ciao Paola, sto un po meglio, un'abbraccio Oly.

    RispondiElimina

commenti